Merano, città dai tanti volti con una grossa storia alle spalle e tanto chick. Chi ci cammina con occhi aperti scopre uno continuo cambio di elementi del medioevo (Duomo, Portali, Portici) misto con l’architettura austriaca del 1800 (Kurhaus, Palais Esplanade, Stazione, Maia Alta) ed il fascismo italiano (Comune) , tutti testimoni di una storia movimentata ed affascinante. Lo stesso vale per i suoi visitatori e turisti: Insieme alle Terme di Merano, i suoi giardini botanici ed i Portici più belli delle alpi ci sono le passeggiate di cura, il Tappeinerweg, una vasta scelta tra locande tipiche e ristoranti al top della sua classe. Eventi come il Wine Festival, i Mercatini di Natale e la vasta scelta di possibilità per fare sport e ricreazione nelle sue immediate vicinanze ne creano una destinazione per vacanze perfetta…. anche per weekend e soggiorni corti!

Attualitá

Siamo chiusi fino al…. Questo quanto si leggi spesso al momento sulle porte di ristoranti, negozi e attrazioni

Pure le Therme (quali sono aperti) offrono pacchetti di convenienza, segno chiaro che Merano si trova nella sua meritata  pausa d’inverno dopo l’ultimo affollamento durante i mercatini.
Per chi visita Merano adesso si trova in una città calma, rilassata e puoi già godersi le ore di sole fuori con temperature miti attorno agli 11 gradi.


Tutti’ altra situazione a Merano 2000: Piste perfette, neve fresca e tanto sole attirano sciatori e appassionati di escursioni invernali in mezzo alla natura!

Il centro storico di Merano

Merano

Il centro storico di Merano visto dal fiume Passirio

In tutto il centro esiste un divieto di passaggio per automezzi, rendendolo ancora più rilassato ed amabile.
Per chi vuole entrare deve oltrepassare il fiume Passirio, ed il modo più bello é quello di oltrepassarlo usando il Ponte della Posta con le sue colonne decorate con mosaico, ornamenti dorati e tanti fiori!
Da lì si prosegue drittamente per arrivare ai portici, prima però si passa sotto la Porta Bolzano, reduce del 1300 e testimone delle radici medioevali di Merano.

Le sue case piene di storia,i suoi contrasti architettonici, l’atmosfera rilassata, la pulizia le numerose possibilità di shopping rendono Merano la città più bella dell’ Alto Adige!
Già città dei vescovi e capitale del Tirolo dell’ medioevo si scoprono ancora dappertutto i segni di questi tempi. Specialmente l’era austro-ungherese ha lasciato i suo segni nella architettura di Merano. Il cuore pulsante della città sono i suoi portici, via delle corse ed il corso libertà.

kurhaus merano

Il Kurhaus, sito sulla passeggiata di cura

Per gli interessati di storia e cultura Merano offre una vasta scelta di Castelli, Musei ed Esposizioni a tema.
C’è sempre qualcosa da festeggiare! Durante tutto l’anno Merano offre delle manifestazioni ed eventi culturali.
Insieme a grossi eventi come la festa dell’ uva con la storia centenaria, i famosi Mercatini di Natale o il rinomato Wine Festival si trovano eventi tipici come le sagre del paese, concerti di bande musicali folcloristiche.
Nei martedì d’estate é consigliato di conoscere Martedì lungo con le sue manifestazioni nel centro di Merano!

In pieno centro: I portici

portici merano

I portici di Merano. Luogo d’incontro e testine della storia medioevale di Merano

I portici con una lunghezza di 400 metri, una delle zone per shopping più famose del Sudtirolo si dividono nelle Portici di Montagna ed i Portici d’acqua (quelli a valle). Anche se le vetrine dei negozi sono ancora così belle ed interessanti, é importante alzare lo sguardo anche verso l’alto per ammirare la bellezza e la maestosità delle sue case storiche e perfettamente conservate!

I più visitati: Terme e giardini botanici

therme meranLe Terme di Merano, Il fiore all’occhiello di Merano!
A pochi passi dai portici si trova questa grandiosa struttura in architettura contemporanea quale permette momento di assoluto relax e di benessere!
Le Terme di Merano sono aperte tutto l’anno!
Castel Trauttmansdorff, il Castello di Sissi ospita i giardini botanici pluripremiati e del Turiseum, Museo dedicato alla storia del turismo.
Aperti dal 1. Aprile 2014, una visita dei suoi 80 orti non é solo un piacere, ma una vera e propria visita d’obbligo.
A pochi passi le montagne più belle del Sudtirolo…300 giorni di sole all’anno la dicono lunga…. qui crescono Cactus, Cipressi e Limoni sotto le punte di montagne innevate da novembre a marzo!

Piazza della Parrocchia e Vicolo Steinach

I Portici di montagna confinano con la Piazza della Parrocchia con la chiesa di San Nicolò. La costruzione della chiesa, quale é uno dei monumenti storici più importanti di Merano risale al 1266.
La sua torre, alta 83 metri é l’emblema di Merano e dispone di ben 7 (!!) orologi! Agli quattro esistenti venivano aggiunti altri tre in posizione più alta. Così fu fatto nel 1800 perché le case sempre più alte impedivano la vista libera sugli orologi più bassi.

Direttamente alle sue spalle inizia il Rione Steinach, la zona più storica di Merano. Anche se le case sono ormai moderne, l’impostazione dei vicoli e la loro posizione mostrano la lunga storia di questa parte della città.

Corso Libertá

Cui si trovano gli abitanti di Merano per un caffè e per l’aperitivo.
Locali trendy e molto visitati, specialmente nelle ore serali sono locati nella parte alta del corso, accanto alla Porta Bolzano.
Nell’ ombra del Kurhaus si trovano negozi molto frequentati come il Pur Südtirol ed il Venditore di Sigari Garber, dove già Pavarotti, spesso ospite del Hotel Palace passava per salutare il suo amico. Di fronte, sempre su corso si trova il ristorante Forst, famosissimo ed il Sigmund, di riapertura recente.

Il Castello Principesco

Costruito nel 1470 e posizionato alle spalle dei portici l’allora sede del regente Sigmund oggi ospita un museo  con una collezione affascinante  di armi ed oggetti di uso commune del medioevo.
In più si possono visitare le stanze, la stube e la camera matrimoniale, quali sono stati lasciato nel loro stato originale. Le loro condizioni sono così perfette che vien da pensare che i suoi abitanti abbiano appena lasciato il castello!
Viene detto che Sigmund qui ha concepito più di 50 figli extra coniugali!